Credito D’imposta 2020

Credito D’imposta 2020

29 Gennaio 2020 Senza categoria 0

Credito d’imposta 2020 per investimenti in beni strumentali

 

 

Al posto della proroga al 2020 del superammortamento e iperammortamento in favore delle imprese, viene introdotto un nuovo credito d’imposta per le spese sostenute a titolo di investimento in beni strumentali nuovi, compresi quelli immateriali, effettuate nel 2020. Si avrà quindi, dal 1° gennaio 2020, un credito d’imposta che avrà aliquote diverse a seconda della tipologia di investimenti effettuati.

 

  • Credito d’imposta del 6% – Investimenti in beni strumentali

 

E’ previsto un credito d’imposta pari al 6% dell’investimento per chi acquista beni strumentali tra il 1° gennaio 2020 fino al 31 dicembre 2020, ovvero entro il 30 giugno 2021 a condizione che entro la data del 31 dicembre 2020 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.

Tale credito d’imposta potrà essere utilizzato da imprese e professionisti.

 

Il limite di spesa per il credito d’imposta è di 2 milioni di euro e si avranno 5 anni di tempo, a partire dall’anno successivo all’entrata in funzione dei beni, per poter fruire dell’agevolazione.

 

 

  • Credito d’imposta 40% e 20% – Investimenti in beni 4.0

 

E’ previsto un credito d’imposta pari al 40% e 20% per i beni 4.0, elencati all’allegato A annesso alla legge 11 dicembre 2016 n. 232 attualmente agevolati con l’iperammortamento.

  • Credito d’imposta 40% per investimenti fino a 2,5 milioni di euro;
  • Credito d’imposta 20% per investimenti di valore compreso tra i 2,5 milioni di euro e 10 milioni di euro.

L’incentivo potrà essere utilizzato solo dalle imprese; per gli investimenti oltre i 300.000euro sarà necessaria la perizia o l’attestazione di conformità.

 

L’incentivo sarà valido per l’acquisto di beni strumentali effettuati tra il 1° gennaio 2020 ed il 31 dicembre 2020, ovvero entro il 30 giugno 2021 a condizione che entro la data del 31 dicembre 2020 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.

 

Il credito d’imposta può essere utilizzato in compensazione in 5 quote annuali.

 

 

  • Credito d’imposta 15% – Investimenti software

 

La Legge di Bilancio 2020 ha previsto un credito d’imposta pari al 15% per l’acquisizione di software (beni immateriali ricompresi nell’allegato B della legge 11 dicembre 2016 n. 232.) con un limite massimo di investimento pari a € 700.000. L’agevolazione sarà fruibile a prescindere dall’acquisto di un bene materiale.

 

Il credito dovrà essere utilizzato in compensazione in 3 quote annuali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *